CONFERENZA STAMPA RASPADORI

CONFERENZA STAMPA RASPADORI

Sugli obiettivi e sulle promesse: “Non mi vedrete mai mollare, sono molto carico per quest’avventura”
Sulla città: “Sicuramente sulla città e sul calore dei tifosi c’è poco da dire. Così giovane non avevo ancora vissuto delle situazioni del genere. Anche ieri c’era un clima pazzesco, bisogna ambientarsi e fare le cose con equilibrio. La città è magnifica e sono davvero contento di poterla vivere”

Sul giocare al Maradona: “Sicuramente ci sono tante responsabilità e bisogna lavorare quotidianamente dando il 100%, alla lunga raccoglieremo i risultati”
Sul soprannome “La Foia”: “Lo accetto volentieri, mi piace (Ride ndr.)
Sullo score personale: ” Ci sono tante occasioni e una qualità tecnica in campo molto elevata, questo aiuterà sicuramente noi calciatori offensivi. La piazza è incredibile”

Su Mertens: “Sicuramente è stato il giocatore che mi ha più colpito nel modo di stare in campo, sono orgoglioso ma è una grossa responsabilità. Ha fatto cose eccezionali ma cercherò di essere a livello e lavorerò per questo”
Su goal e assist: “Per un giocatore offensivo sono importanti entrambe le cose, bisogna portare più palle possibili nell’area avversaria. L’importante è il risultato di squadra”
Sulla trattativa: “Ringrazio il Sassuolo anche perché devo tanto a loro. Non è stato un periodo semplice, loro mi hanno dato la possibilità che il mio sogno e la mia ambizione potessero divenire realtà. Affrontare le cose con equilibrio hanno portato all’esaudire dei desideri”.
Sul modulo: “Sicuramente sono molto contento perché so che la competizione è alta ma questo fa parte della crescita ma il mister farà sicuramente le scelte giuste”
Sulle responsabilità: “Fare un’esperienza di questo livello è un’opprotunità soprattutto per un ragazzo giovane, portare una maglia così pesante ti porta delle responsabilità ma è quello che vogliamo”
Sulla scelta di restare in Serie A: “Volevo venire qui, la società mi ha mostrato il progetto ed è ciò che mi ha spinto di più, costruiremo sicuramente qualcosa di bello”
Sullo Scudetto: “Bisogna concentrarsi partita dopo partita, allenamento dopo allenamento, poi si vedrà”
Sui compagni di reparto: “La qualità è altissima, c’è tanta voglia di giocare insieme. In tv e da avversari li ho sempre ammirati, questo aiuterà”
Sui compagni di nazionale: “Mi sono sentito con i miei compagni ( Di Lorenzo, Meret) questo è stato un valore aggiunto è per intraprendere questo percorso”
Sul ruolo e sul paragone con Paolo Rossi: “Il paragone è esagerato, sono ancora molto giovane. Preferisco le zone centrali ma sono comunque un giocatore duttile capace d’interpretare tutti i ruoli in maniera buona, questo è sicuramente un vantaggio può aiutare. Sono a disposizione per qualsiasi cosa”.
Sulla Champions: “Sarà incredibile, è un’emozione unica, arricchirà sicuramente il mio bagaglio d’esperienza”
Su Mancini e sulla Nazionale: “Per la scelta che è stata presa non mi sono confrontato con lui, nei mesi precedenti mi ha dato qualche consiglio, giocare partite di questo livello era fondamentale per avere esperienza”
Sui ruoli: “Preferisco stare nelle zone centrali, sono arrivato con tanto entusiasmo, chiaramente ringrazio ancora la società di avermi dato questa possibilità. Si farà ciò che è meglio per la squadra”.
Sul desiderio di arrivare a Napoli: “Sicuramente anche fa parte mia c’è stata questa grande volontà di iniziare questo percorso, era il momento giusto per dare un passo in più alla mia carriera. Credo sia stata la scelta migliore, mi hanno dimostrato di volermi tanto questo mi ha spinto ancor di più”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.